Per estetica si intende quella branca dell’odontoiatria che si occupa del miglioramento della forma e del colore dei denti per rendere il sorriso della persona più piacevole. Molti pazienti non sorridono volentieri a causa di marcati inestetismi dei denti frontali dovuti a pigmentazioni di vario tipo o ad alterazioni della forma stessa dei denti. Esistono precisi parametri di estetica che, se rispettati, possono migliorare l’aspetto ed il colore dei denti dando ai nostri pazienti il piacere di sorridere. Questo determina come conseguenza immediata una maggiore sicurezza con indubbi risvolti positivi di tipo psicologico.

Sbiancamento

Le tecniche di sbiancamento professionale permettono di migliorare il colore dei propri denti mantenendo nel tempo il risultato ottenuto.

Le cause delle pigmentazioni sono differenti.  Le più superficiali possono essere causate da cibi, bevande e tabacco, mentre altre più profonde sono la conseguenza di patologie, traumi o terapie mediche.

Lo sbiancamento si ottiene grazie all’effetto di agenti sbiancanti contenenti perossido di carbamide o perossido di idrogeno che si diffondono liberamente attraverso smalto e dentina.  La struttura del dente non viene alterata, semplicemente si rende più chiaro il colore interno del dente senza indebolire lo smalto.

A seconda della tecnica utilizzata, i risultati sono decisamente stabili nel tempo, ma in base alle abitudini di vita del paziente, può essere necessario ricorrere periodicamente a trattamenti di richiamo.

I trattamenti di sbiancamento sono sicuri ed efficaci, se utilizzati in modo corretto e con le giuste procedure.

Galleria casi

Faccette

Si può descrivere la faccetta come una sottile “unghia” in ceramica che viene applicata alla superficie esterna del dente per migliorarne l’aspetto estetico del sorriso. In questo modo si possono nascondere difetti legati alla forma, al colore e alla mal posizione dei denti anteriori.

Possono  essere indicate per:

  • correggere anomalie estetiche come macchie dei denti, usure conseguenti all’età e bruxismo.
  • Ricoprire denti scheggiati
  • correggere le mal posizioni e le forme atipiche dei denti (conoidi e diastemi)
  • dare lucidità, correggere difetti dello smalto e recuperare gli spessori perduti con gli anni

Essendo un  manufatto protesico molto sofisticato (con uno spessore entro il millimetro), ci si affida all’abilità del nostro odontotecnico per modellare questa lamina di ceramica che riproduca fedelmente l’anatomia del dente e i suoi colori.

Galleria Casi
Caso 1

Casi di sbiancamento con foto prima e dopo

Caso 2

Casi di sbiancamento con foto prima e dopo

Caso 3

Casi di sbiancamento con foto prima e dopo

Caso 4

Casi di sbiancamento con foto prima e dopo

Ricostruzioni

La ricostruzione estetica in composito è una tecnica restaurativa volta a ricostruire i denti frontali (incisivi o canini) che presentano un’ampia cavità creatasi in seguito ad una carie o ad un trauma, allo scopo di recuperarne la funzione e la morfologia originaria.

Per questi restauri, nella moderna odontoiatria conservativa, si utilizzano le resine composite, oggi estremamente valide per le loro capacità mimetiche e di rinforzo delle strutture dentali cui aderiscono. Sono materiali di prima scelta per la loro valida adesione ai tessuti dentali, resistenza all’abrasione e ottimo risultato estetico.  

Nel settore anteriore della bocca possono essere utilizzate per ricostruzione di denti fratturati, ampie lesioni #cariose, ricostruzioni di superfici esterne in seguito ad abrasioni o cambiamenti di colore, chiusura di diastemi, ripristino punti di contatto per stabilizzare eventuale migrazione del dente.

Ad oggi la presenza di diversi colori e di migliorare le capacità estetiche, hanno reso i compositi in grado di imitare i tessuti dentali naturali con un grado di traslucenza, fluorescenza ed opalescenza che si combina alla perfezione con la dentina e lo smalto naturale.

Galleria casi
Caso di ricostruzione

Casi di ricostruzione con foto iniziale e finale

Ortodonzia Invisibile

E’ una metodica confortevole di alta precisione che si avvale dell’uso di mascherine “trasparenti”.